Strada Statale 29 Colle di Cadibona 170 - 10046 Poirino – Torino - Italy
Tel. 0039 011 9430610 - Fax 0039 011 9450376 - Email info@gpcfilters.it
Home  
Società  
Prodotti  
Qualità  
La filtrazione  
Catalogo on-line
Contatti  
Lavoro  
News  
Mappa del sito 
 


Select language:
 

A proposito della filtrazione.......

 

Un motore diesel moderno consuma una quantità d'aria migliaia di volte superiore a quella di gasolio. E tutta l'aria che aspira deve essere il più possibile pulita per non danneggiare il vostro macchinario. E' per questa ragione che e' importante prendersi cura del sistema di filtrazione dell'aria nel suo insieme, ed utilizzare elementi di ricambio adatti a questa missione di protezione.
Oltre ad assolvere la funzione essenziale di protezione del motore, il filtro permette di ridurre il consumo di carburante, mantenere e perfino aumentare gli intervalli di manutenzione raccomandati, e quindi ridurre i costi di gestione.

La concezione di un filtro aria è basata sui seguenti elementi:
- La portata d'aria di cui il motore necessita.
- La perdita di carico massimale che il motore puo' sopportare.
- L'efficienza di filtrazione richiesta dal fabbricante del motore.
- Il peso delle polveri che il filtro dovrà poter ritenere durante la durata dell'intervallo di manutenzione.

La portata dell'aria di cui un motore ha bisogno per assicurare la combustione definisce la misura del filtro.
Per un motore a 4 tempi, la portata si calcola come segue:
Q m3/mn = cilindrata in litri x giri/minuto x rendimento volumetrico / 2000
Nel caso di un motore diesel di 280 cv a 2900 giri/minuto, 8 cilindri, 0.7 litri di cilindrata per cilindro, motore turbo compressore raffreddato, questa portata sarà di:
Q3/mn= 5.6 x 2.900 x 1.85 / 2000 = 15m3/mn
Questo significa che il filtro dovrà trattare 900 m3 d'aria all'ora!

Efficienza e perdita di carico sono in funzione del media scelto.
L'efficienza di un filtro si definisce sia tramite una percentuale, sia tramite la ratio beta. Per un filtro aria, è la percentuale che e' piu' comunemente utilizzata.
Si tratta di misurare la percentuale di particelle di un determinato diametro che il filtro tratterà.
Ad esempio, considerando dei particolati di misura di 3 micron, si dice che un filtro ha un'efficienza del 99,5% se trattiene particelle di 3 micron o superiori in almeno il 99,5% dei casi. Una percentuale di efficienza che non indica la dimensione delle particelle considerate, non significa nulla.
La perdita di carico è la differenza di pressione tra due punti. Nel caso del filtro aria, è la differenza di pressione d'aria tra l'entrata e l'uscita. E' quindi la restrizione al passaggio d'aria che il media filtrante provocherà.

L'efficienza del filtro aumenta con l'accumulazione delle polveri sulla superficie del media filtrante.
Di conseguenza, non sarà necessario sostituire il filtro semplicemente perché appare sporco!
Bisogna rispettare scrupolosamente gli intervalli di manutenzione raccomandati dal costruttore del macchinario, oppure utilizzare un deprimometro e stabilire un programma di manutenzione personalizzato.

A pari dimensioni, il peso delle polveri che il filtro può trattenere è in funzione della superficie filtrante effettivamente utilizzata.
Il sistema "Space Lock" della GPC , costituito da un cordone di colla per il mantenimento delle pieghe in sede e da una piccola superficie "appiattita" per mantenere gli spazi regolari e costanti tra tutte le pieghe, è stato sviluppato per permettere l'utilizzazione della totalità della superficie filtrante disponibile.

La procedura di sostituzione di un filtro prevede le seguenti tappe:
- Arrestare il motore.
- Pulire il coperchio del contenitore del filtro.
- Estrarre con delicatezza l'elemento filtrante principale, avendo la massima cura di non far cadere le polveri nelle parti pulite dei condotti di aspirazione.
- Utilizzare una pezza pulita e leggermente umida per pulire i condotti di aspirazione e la sede della guarnizione.
- Se il sistema è fornito di un elemento di sicurezza, è importante non rimuoverlo durante la sostituzione dell'elemento principale.
- Prima di installare un nuovo filtro, verificare che lo stesso non sia danneggiato.
- Assicurarsi che si posizioni nella propria sede, che la guarnizione aderisca perfettamente al contenitore, e che tutti i bulloni del coperchio si chiudano normalmente.
- Ispezionare il vecchio filtro, potreste trovarvi segni precursori di un eventuale problema al motore.

Non si consiglia di soffiare i filtri per pulirli e poi reinstallarli.
Sarà comunque impossibile eliminare del tutto le polveri e si abbrevierà in ogni caso l'intervallo di manutenzione.
Inoltre è importante sapere che un filtro che è stato soffiato non è piu' garantito!

In conclusione ricordarsi di questi piccoli consigli:
- Non estrarre il filtro per ispezionarlo ma rispettare l'intervallo di manutenzione raccomandato, o seguire le indicazione segnalate dell'asta di restrizione.
- Non battere il filtro per rimuovere le polveri, non soffiarlo, non lavarlo. Sebbene i filtri GPC resisteranno a tali manipolazioni, la gestione delle vostre manutenzioni andrà persa.
- Prestare la massima attenzione a non fare entrare nulla nei condotti di aspirazione. E' un'entrata diretta al motore, il quale deve essere protetto dal filtro.
- Verificare lo stato del contenitore del filtro, del suo coperchio, delle condotte di aspirazione e della tenuta delle guarnizioni. Tracce di ruggine per esempio, sarebbero rivelatrici di un assemblaggio difettoso e quindi di una tenuta non stagna .
- Una filtrazione difettosa può distruggere un motore in un quarto d'ora.

I FILTRI ARIA GPC SONO COSTRUITI PER OFFRIRE LA MIGLIOR QUALITA' AL MIGLIOR PREZZO !

<< back